domenica 9 settembre 2012

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI : come riuscire a completare il corredo scolastico e sopravvivere al centro commerciale


Come qualcuno già sa, 
ieri mi sono recata al centro commerciale per fare gli ultimi acquisti pre-scuola per mio figlio di 9 anni.
Mi avvicino ai banchi delle offerte : penne, temperini, carpette, quaderni, quadernini,
no questo ce l'ha, quello gli manca, questo non glielo compro, se lo fa rubare in un'ora ; se si perde di nuovo i colori a matita lo fucilo senza processo.
Discorsi così insomma, parlavo tra me e me, a mezza voce, cercando confusa tra altri sventurati che pure loro cercavano di arrivare a fine giornata uscendo indenni da questo luogo di tortura.

Colori a matita dicevo, matita ?
matruzza mia, chi sugnu 'ntrunata, le matite devo comprare.
Fu così che mi fiondai alla ricerca dell'utensile scolastico, che consentisse al pargolo di svolgere il suo dovere con perizia e comodità.

La matita ideale doveva essere :

ECONOMICA certo, ma non troppo, chè gli posso comprare un pezzo di legno secco alla creatura ? no, certo, andiamo avanti.

DI MARCA, ma non troppo, chè siamo già alle medie ? in quarta elementare deve andare il bambino, per gli spinnicchi (lussi ndr) c'è tempo. E poi capace che se le scambia con quell'altro intronato del compagnetto, e a lui gli resta la matita da 10 centesimi e a quell'altro quella buona, e poi col cavolo che gliela ricompro, che si crede che suo padre li trova sugli alberi i soldi ?

COLORATA, ma non troppo, chè alle volte lo scambiano per una femminuccia, gioia mia, pure il rosso m'ha vietato : è da femmina mamma, mi ha detto una volta. Scansatini Signuri, nan vulissi ca  appoi ci arresta quacche trauma da 'n culuri sbagghiatu.

DISTINTA, ma non troppo, chè poi sembra che si dà tante arie, già così piccolo, mentre invece gioia di mamma, è così verace ( pure troppo ), senza sovrastrutture mentali inutili.
Dove eravamo ? Ah, alla matita da comprare....

Sicuramente doveva essere una matita
CON IL TRATTO DEFINITO E LEGGERO, ma non troppo, altrimenti potrebbe sembrare che il bambino calca troppo la mano, e la maestra gliel'ha detto tante volte : non calcate troppo le matite e le penne sui fogli !

Ma porca puzzola, ma quanto cazzarola ci vuole a scegliere una matita ?
e mica ci deve prendere il Nobel con quest'aggeggio ! me sò rotta, ora vado nella cesta, e la prima che vedo prendo.....

A quel punto, mentre stremata dal percorso mentale stavo per arrendermi al fato, mi cadde lo sguardo su un lato della cesta, dove se ne stavano rannicchiate, quasi a nascondersi dalla confusione, due scatole di matite, recanti in bella vista la dicitura : B.
Costo : 0,55 centesimi per tre matite, quindi buono.

AZZZZ ! e mò che significherà stà B ?

Dopo varie elucubrazioni mentali, che vi risparmio perchè se avete avuto la pazienza di arrivare fino a qui già sarete esausti e con l'accetta in mano,
mi venne un'illuminazione, il cosiddetto insight !

STA' LETTERA INFAME SERVIRA' MICA A CONTRASSEGNARE IL RISPARMIO ENERGETICO, COME GLI ELETTRODOMESTICI  ?

Quindi, ricapitolando, usando questa matita, la creatura si stanca di meno, risparmia energie, magna de meno, il portafoglio ci guadagna, e siamo tutti contenti.

Rassicurata da questa intuizione geniale, e confortata dal fatto che in giro non avessi trovato matite di classe A, nè, tantomeno di classe A++, nel qual caso avrei immediatamente sostituito la confezione con quella di grado superiore perchè, inutile dirlo, i figli sò piezz 'e core,

Solo a casa, quando, con aria distratta, posavo la scatola nel cassetto, e stancamente spiegavo a mio marito ed al figlio (che, già annoiato dal discorso, si apprestava a mettersi i tappi per le orecchie), quali avventure e tribolazioni avessi passato prima di trovare le matite per la scuola,
apprendevo, con sorpresa e sgomento, che la lettera B della scatola altro significava, che il risparmio energico.

MA CHE, NON LO SAI ? mi disse mio marito con sguardo rimproveratore, LA LETTERA SULLA SCATOLA INDICA IL GRADO DI MORBIDEZZA, o DUREZZA DEL TRATTO DELLA MATITA.

Quindi, non fate come me, non vi create false illusioni.
Ma scommetto che, cosa significasse la lettera voi già lo sapevate vero ?
O no ?
;-)
Io nenti sacciu, il liceo classico ho fatto.......

4 commenti:

  1. Mi fai morireeeeeeeeeeeeeeeee..........sei un fiume in piena che travolge,ma non spaventa ma ti libra leggera e ti fa sentire.....serena....certo che vengo a trovarti e spesso.....perchè ho voglia di sorridere e ridere....e anche di piangere lacrime buone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La signora sarà servita....
      Un bacio !

      Elimina
  2. SEI TROPPO BRAVA!!!ANCHE IO COME ROBERTA VERRò SPESSO A TROVARTI!!!

    RispondiElimina

Benvenuto nel mio blog !
Lascia un commento, sarò lieta di ascoltare la tua opinione, e ti sarò grata se mi lascerai un nome, così capirò chi mi ha scritto.
Grazie e...buona lettura !