venerdì 14 dicembre 2012

IO ADORO LO SHOPPING DI NATALE......





ATTENZIONE
:
Programma sconsigliato a donne incinte o deboli di cuore

Istruzioni per l'uso


 :
  • mettiti comoda e scegli un momento in cui non potrai essere disturbata e potrai leggere tutto d'un fiato sino alla fine
  • apri una nuova finestra e copia questo link :
    http://www.youtube.com/watch?v=ip-Ql5FQlhc&feature=related
  • carica il video, così eliminiamo la pubblicità ed entriamo nello spirito natalizio.
  • Ora stai pronta,
ad un certo punto,
ma solo quando te lo dirò io,
ripremi play.
Quando finisce la musica, cioè quando te lo dirò io,
ripremi play.
Se sei troppo pigra per farlo,
non leggere,
non coglieresti a fondo il senso di ciò che ho scritto.


Tg cook presents :

Adoro
lo
Shopping di Natale !

Ieri sera l'uomo del monte ha detto sì,
oggi mi porta al centro commerciale !
Mi sfrego le mani contenta e mi preparo,
domani si comprano i regali ....

Giornatina intensa,
mi faccio un promemoria

:
  • comprare le scarpe al pupo
  • vedere se trovo il giubbotto all'omo
  • sostituire il mio zainetto,
  • trovare un cappelletto
  • trovare l'asinello per il presepe
  • regali ? pochi ma buoni
  • caccavelle da cercare? non ne ho mai abbastanza, quindi...SSSSSIIIII'
Destinazione : Centro commerciale da Vinci, Fiumicino
Orario di partenza : le 10.30
Orario massimo di ritorno : le 16 perchè Francesco ha basket.


Tutti
pronti
a venire con me ?

Fatevi guidare dal ritmo della musica...

E....via !


Ora premi play
e da quando parte la musica
conta fino a 10,
poi riprendi a leggere...

Sveglia alle 8
colazione al pupo,
restauro con infiltrazioni di cemento armato
per me,
lavaggio capelli,
pausa plin plon :
oddio, proprio oggi l'attacco di colite,
e come farò ?
ma io resisterò,
pausa plin plon prolungata,
sguardo all'orologio,
ma porca...sono le 9 e 30,
il tempo corre,
marito sotto la doccia,
che mi metto cara ?
guarda nell'armadio...
e dove altrimenti nel forno ? prendi il bambino,
vestilo, arruffalo,
fiondalo in macchina,
siamo pronti e in orario.
L'hai presa la copia del foglio da mandare ?
no l'ho scordata,
scendi dalla macchina,
risali a casa,
voli nell'auto, ti allacci e ..fiuuu...sono solo le 11.00 ,
dopotutto siamo quasi in orario.

e....

1

2

3

4

5

autostrada

6

7

8

9

casello,

e...

Arrivo al da Vinci ,
parcheggio, n'dò sta ?
guarda si sta liberando un posto,
no c'è già uno in decupla fila che aspetta,
gira il mondo gira,
e non solo quello,
mio marito :
odio la confusione.
Finalmente si parcheggia
sono le 11.50

Che facciamo ,
andiamo tutti insieme o ci dividiamo ?
lui : non lo so, fai tu,
io : come vuoi
dillo tu.
Il pupo : io vado con papà.
Va bene, io giro e voi annate...
annate ndò caz...zicattummula volete !

Prendo il telefono,
lo metto in tasca per verificare l'ora,
comincio il mio giro :
prima tappa Decatlon.
Ammappa quant'è grande, non ce la farò mai....
Respiro profondamente e vai...

inizio la maratona...
prima corsia, vedere, controllare,
zaino, giubbotto, scarpe
niente da registrare,
si passa altrove,
i miei piedi si sono evoluti,
sembrano pattini a rotelle,
che girano, girano,
supero una giovane mamma a destra,
un bambino che non si vuol provare un giubbino a sinistra
e con uno scatto felino
conquisto una pole position davanti allo scaffale scarpe.

mmmmhhhh....niente che possa andare,
respiro di nuovo,
riparto verso nuove conquiste,
avvisto un cappellino che potrebbe andare,
ma è l'ultimo,
i miei piedi diventano ali,
arrivo al cestino, prendo il cappello
e quando già pregusto il mio viso da grande puffo,
una signora ottantenne me lo strappa di mano
e mi dice che lo stava comprando già lei....
bip...

si riparte...

corsia 3 completata, scarpe da trekking negativo,
scarpe da running negativo, scarpe da tennis negativo,
si passa ad altro.

Esco con passo felpato,
mi dirigo nella cioccolateria,
è ora di pranzo,
ma niente porcheria,
devo resistere, devo dimagrire,
sono le 13, entro alla maison (du monde ),
guardo a destra, giro a sinistra.
Crash...
chissà che hanno rotto...
vedo coppette rosse deliziose a forma di cuore,
ora me le compro,
meglio di no,
perchè poi che ne faccio ?
e dove le metto...
carino questo, regalo perfetto,
no, sono tende...uff !

Riesco veloce,
altro negozio di caccavelle (nome casa )
mi fiondo,
a quest'ora l'omo ed il pupo avranno già mangiato,
giusto, il cibo,
e chi se lo ricorda,
è tardi, mi sbrigo,
tra una bottiglia a destra ed un accappatoio dei puffi a sinistra
il mio sensore fa bip....
caccavella individuata,
minuscole coppette,
di ogni forma e dimensione,
a prezzi ridicoli,
dai 50 ai 75 centesimi
per servire aperitivi e creme in monoporzione.
Che faccio me le compro ?
no, e poi che me ne faccio,
ma di sicuro molte signore che conosco
saprebbero che farne.
mi vien in mente il concorso la tavola bella,
e nel frattempo guadagno l'uscita,
mi dirigo da Coin,
cerco tra i giubbotti, il sensore non dà segnali,
scovo due camicie,
ma sono da provare.
vorrà farlo l'omo del monte ?
lo chiamo al cellulare,
mi risponde che non le prova manco se lo faccio torturare .
Ma va..da tù madre a farti comprare le camicie,
mi distraggo un attimo
suona il sensore
1° regalo trovato :
guantone e presina stile country
9, 90 euro.
Sensore squilla ancora :
quella ragazza mi sembra di conoscerla,
sarà mica una cookina ?
che faccio, glielo chiedo ?
no, mica scema,
poi passo per matta,
infatti sono matta,
ma che ore sono ,
mio dio, le 13.40 !!!!!

Amore dove siete ?
lui : c'è questo che frigna,
io : già che ci siamo andiamo anche a parco leonardo.
Lui : io odio la confusione.

Mi precipito in macchina,
posa il bambino nel bagagliaio e la busta sul seggiolino,
no, prendi la busta e lega il bambino,
metti la cintura
Uno ci suona e ci fa : uscite ?
Mio marito mi guarda e poi : io odio la confusione...

Ora ripremi play e conta fino a 10
poi riprendi a leggere...

Arriviamo a parco Leonardo,
parcheggiamo dopo 20 minuti,
macchine in ventupla fila,
ma soprattutto una gioia collettiva che pervade l'aria
seee....
amore lo abbiamo segnato il posto che poi ci perdiamo la macchina ?
no, segna, guardo l'orologio : le 14 e 15.
Amore che si fa , ci dividiamo ?
Francesco : io vado con papà.

Va bè, si va,
appuntamento qui alle 16,
occhio che non prendono i cellulari,
devo cercarti i pantaloni ?
ma pure no,
meglio, più tempo per me...

mi guardo intorno,
i miei occhi sono scanner con raggi ultravioletti,
pronta alla prova finale ?
Ma certo, sono una donna forte io,
respiro profondo e....via...

e...

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

respiro,

e...

vai con lo slancio finale.

I miei piedi ora sono turboreattori,
vado dritta nelle varie corsie,
supero i negozi di abbigliamento,
scovo una cartina e mi studio il percorso :
per arrivare all'isola delle caccavelle,
ossia la piazzola dei negozi di casalinghi devo superare tre gallerie, un'autostrada e 4 caselli di pedaggio.
Il problema è che non capisco neanche da ndò caspita parto .

Lungo la strada passo per la via del gusto,
che odori....
no, devo resistere,
una norcineria,
un banco di pizza al taglio,
mentre sto per finire stesa a terra dallo sconforto
e sto per cedere alla tentazione
un bambino comincia ad urlare come un forsennato.
La madre gli lancia parole infuocate,
il bambino aumenta il suo grido,
Pavarotti è Jovanotti a confronto,
nel frattempo nell'aria dolci note risuonano
e a me sembra di essere nelle pagine di un racconto.
Questo racconto....

Sono le 14.40,
passo da Oviesse,
manca l'asinello,
analizzo le decorazioni,
verifico le composizioni,
soppeso le dimensioni.
Niente che possa andare,
si riparte...

Negozio di caccavelle individuato,
entro e mi placca una signora,
chiede che cerco,
le rispondo : portabicchieri,
me li mostra,
vanno bene,
2° regalo comprato.

Mentre pago mi arriva una fitta vescicale,
sono ore che non faccio plin plin,
d'altro canto sono ore che non mangio, non bevo,
non respiro.
Pago confusa, non avevo gli spicci e la signora ha protestato,
mi dirigo al piano di sopra,
salgo le scale e...
voglio morire !
C'è lo stand di Giovanni,
no, non l'amico di Vanni,
c'è lo stand del benefattore che ti porta dentro casa i tortellini.

Leggo il menù :
tortelloni allo speck e brie,
tortellini alle noci con fonduta di...
non ricordo, ho rimosso,
troppo dolore !
Devo resistere,
non devo ingrassare,
supero il ristorante messicano,
lo stand siciliano,
attenti che se mi urtate per la fame vi mozzico una mano.

Vengo sbalzata a destra da un signore che passando mi sposta con la forza di uno tzunami,
una bambina incrocia le braccia perchè non vuole le scarpe che mamma le vuol comprare,
un cane in braccio alla padrona si guarda intorno confuso.

Le casse suonano musiche natalizie
mentre due promoter si abbioccano in un angolo distrutte e sconfortate perchè nessuno vuol passare a Cookphone.

Mi scappa la pipì,
ho sete, ho fame, mi fanno male i piedi,
ma devo resistere ho quasi finito il giro.
Entro in una decina di negozi di borse,
zainetto inesistente,
i miei sensori si autospengono per protesta,
mi trascino stanca sino al luogo dell'appuntamento,
e come una detenuta,
con le labbra arse dalla sete,
chiedo ai miei uomini di poter comprare un pò d'acqua.
Ma.... mamma,
mormora il mio frugoletto,
devi proprio ?
GRRRRRRRRRRRR.................
questo sì che è amore filiale.
Ripiego sulla coca,
ho bisogno di zuccheri,
decido di aprirla in macchina.
Giusto, la macchina,
guardo l'orario,
Azz ! E' quasi scaduto il parcheggio,
voliamo in picchiata, timbriamo il biglietto,
fiondiamo il pargoletto,
troviamo la vettura
ma uscire è un avventura.
Il parcheggio è un labirinto,
n'è servito averlo tinto,
alla fine ci riusciamo,
vedo la luce,
mi rinfresco il palato,

Papà...che si mangia a merenda ?
Ma se hai appena pranzato...
guardo l'orario : le 16 in punto.
In fondo in fondo sono stata puntuale,
e sono pure sopravvissuta...
perchè, ragazze,
la pura verità è che...

io adoro lo shopping di Natale

4 commenti:

  1. Risposte
    1. ....e meno male ! se di me ce ne fossero più copie, sai che putiferio !
      stima assolutamente ricambiata <3

      Elimina
  2. questa me la ricordo.....c'ho riso fino alle lacrime....mitica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io ci rido sempre....ogni volta che vado a far shopping nei centri commerciali, e borbotto, e mi lamento per il giro frenetico che devo fare, però poi in fondo mi diverto.

      Elimina

Benvenuto nel mio blog !
Lascia un commento, sarò lieta di ascoltare la tua opinione, e ti sarò grata se mi lascerai un nome, così capirò chi mi ha scritto.
Grazie e...buona lettura !